MrPadelPaddle
Story 425899873

Torniamo a parlare di regolamento e oggi ci occupiamo del tempo.

Ebbene, a meno di non aver letto il regolamento probabilmente non sai che durante la partita i tempi di gioco e soprattutto quelli di non gioco sono regolamentati al secondo.

È vero che a livello amatoriale è difficile che ci sia bisogno di ricorrere al regolamento ma visto che è abbastanza usuale partecipare ai tornei per amatoriali, è importante che tu abbia un’idea di cosa dice il regolamento ufficiale.
Per usarlo anche in chiave strategica… ma questo lo vediamo alla fine!
Allora, è buono sapere che nel padel è gradita la puntualità, infatti il giudice arbitro può dichiarare perdente la coppia che non si presenta in campo entro i dieci minuti dall’orario prefissato di inizio partita. Possono esserci casi di forza maggiore ma è il giudice a decidere quando ci sono i presupposti per questa eccezione.

Il palleggio preliminare (il “riscaldamento” dura 5 minuti ed è obbligatorio!)
Il gioco non può essere interrotto né per riprendere fiato, né per ricevere istruzioni o consigli da persone esterne la gabbia (eventuali coach o compagni di squadra).

Tra un punto e l’altro all’interno del game è consentito un intervallo massimo di 20 secondi (entro i venti secondi deve essere effettuata la battuta successiva).

Nella fase di cambio campo invece l’intervallo consentito sale a 90 secondi, con quindi anche il tempo di un sorso d’acqua, uno scambio di opinioni con il compagno, un riordino di idee.
Al termine del set invece l’intervallo può arrivare a 120 secondi.

Durante il tie break, sono consentiti fino a 20 secondi per il cambio campo (che deve essere fatto ogni 6 punti).
In teoria, per poter andare in bagno o cambiare l’abbigliamento bisognerebbe concordare il numero di pause consentite prima di iniziare a giocare.

In caso di infortunio, il giocatore può ottenere una pausa fino a tre minuti per farsi trattare e può ripetere il trattamento per altre due volte nei successivi cambi campo. Ma attenzione, l’assistenza medica può essere fornita solo una volta a giocatore e il diritto all’assistenza non può essere ceduto. In caso di ferita sanguinante, inoltre, il gioco deve essere sospeso.

Non conta come assistenza medica quando l’incidente non è conseguenza diretta del gioco!
Ora, tralasciando gli aspetti più legati all’aspetto medico che potrebbe rendersi necessario in partita, abbiamo accennato dell’importanza strategica dell’uso del tempo.

È infatti importantissimo sapere che abbiamo 20 secondi alla battuta, 90 secondi al cambio campo e 120 secondi tra un set e l’altro.
Sono secondi importanti che ci permettono di tenere le fila della nostra partita, di resettarci quando siamo sotto di punteggio, di mandare in tilt gli avversari che magari si trovano bene con la velocità.

Dobbiamo imparare a sfruttare questi minuti per affrancarci, al risultato quando è positivo e alle nostre risorse personali quando dobbiamo risalire la china. Soprattutto, ci servono quando ci rendiamo conto che stiamo seguendo il ritmo avversario che non è il nostro. Sia quando gli avversari sono più per la velocità, come pure quando ci troviamo noi ad essere subito pronti a rientrare in campo e gli avversari invece si prendono il loro tempo, legittimo prima di riprendere il gioco.

Conoscere le regole del tempo ci permette quindi di non innervosirci, di non farci condizionare dagli avversari e di avere l’andamento della partita più sotto controllo!

Il punteggio nel gioco è  disciplinato dalla Regola 2 del Titolo III delle “Regole del Padel” della FIP – Federazione Internazionale di Padel (edizione luglio 2020)

by Roberta Lozza

articoli correlati Mr Padel Paddle:

Il regolamento nel Padel: il punteggio

The post Il regolamento nel padel: Il tempo first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Torniamo a parlare di regolamento e oggi ci occupiamo del tempo.

Ebbene, a meno di non aver letto il regolamento probabilmente non sai che durante la partita i tempi di gioco e soprattutto quelli di non gioco sono regolamentati al secondo.

È vero che a livello amatoriale è difficile che ci sia bisogno di ricorrere al regolamento ma visto che è abbastanza usuale partecipare ai tornei per amatoriali, è importante che tu abbia un’idea di cosa dice il regolamento ufficiale.
Per usarlo anche in chiave strategica… ma questo lo vediamo alla fine!
Allora, è buono sapere che nel padel è gradita la puntualità, infatti il giudice arbitro può dichiarare perdente la coppia che non si presenta in campo entro i dieci minuti dall’orario prefissato di inizio partita. Possono esserci casi di forza maggiore ma è il giudice a decidere quando ci sono i presupposti per questa eccezione.

Il palleggio preliminare (il “riscaldamento” dura 5 minuti ed è obbligatorio!)
Il gioco non può essere interrotto né per riprendere fiato, né per ricevere istruzioni o consigli da persone esterne la gabbia (eventuali coach o compagni di squadra).

Tra un punto e l’altro all’interno del game è consentito un intervallo massimo di 20 secondi (entro i venti secondi deve essere effettuata la battuta successiva).

Nella fase di cambio campo invece l’intervallo consentito sale a 90 secondi, con quindi anche il tempo di un sorso d’acqua, uno scambio di opinioni con il compagno, un riordino di idee.
Al termine del set invece l’intervallo può arrivare a 120 secondi.

Durante il tie break, sono consentiti fino a 20 secondi per il cambio campo (che deve essere fatto ogni 6 punti).
In teoria, per poter andare in bagno o cambiare l’abbigliamento bisognerebbe concordare il numero di pause consentite prima di iniziare a giocare.

In caso di infortunio, il giocatore può ottenere una pausa fino a tre minuti per farsi trattare e può ripetere il trattamento per altre due volte nei successivi cambi campo. Ma attenzione, l’assistenza medica può essere fornita solo una volta a giocatore e il diritto all’assistenza non può essere ceduto. In caso di ferita sanguinante, inoltre, il gioco deve essere sospeso.

Non conta come assistenza medica quando l’incidente non è conseguenza diretta del gioco!
Ora, tralasciando gli aspetti più legati all’aspetto medico che potrebbe rendersi necessario in partita, abbiamo accennato dell’importanza strategica dell’uso del tempo.

È infatti importantissimo sapere che abbiamo 20 secondi alla battuta, 90 secondi al cambio campo e 120 secondi tra un set e l’altro.
Sono secondi importanti che ci permettono di tenere le fila della nostra partita, di resettarci quando siamo sotto di punteggio, di mandare in tilt gli avversari che magari si trovano bene con la velocità.

Dobbiamo imparare a sfruttare questi minuti per affrancarci, al risultato quando è positivo e alle nostre risorse personali quando dobbiamo risalire la china. Soprattutto, ci servono quando ci rendiamo conto che stiamo seguendo il ritmo avversario che non è il nostro. Sia quando gli avversari sono più per la velocità, come pure quando ci troviamo noi ad essere subito pronti a rientrare in campo e gli avversari invece si prendono il loro tempo, legittimo prima di riprendere il gioco.

Conoscere le regole del tempo ci permette quindi di non innervosirci, di non farci condizionare dagli avversari e di avere l’andamento della partita più sotto controllo!

Il punteggio nel gioco è  disciplinato dalla Regola 2 del Titolo III delle “Regole del Padel” della FIP – Federazione Internazionale di Padel (edizione luglio 2020)

by Roberta Lozza

articoli correlati Mr Padel Paddle:

Il regolamento nel Padel: il punteggio

The post Il regolamento nel padel: Il tempo first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle
Story 425883934

In questo scambio di gioco dell’Open di Alicante 2021 del World Padel Tour è racchiuso tutto quello che è il Padel:

La solidità di Fede Chingotto, la magia di Alejandro Galán, la forza di Juan Tello e il controllo di Juan Lebrón

Tutti insieme in un punto della storia, nel punto più virale dell’Estrella Damm Alicante Open 2021.

Godiamoci questo autentico spasso:



Fonte. video Youtube del World Padel Tour

video correlati:

Un colpo strepitoso di Arturo Coello: Il Blocco

The post Un punto che entra nella storia del World Padel Tour first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

In questo scambio di gioco dell’Open di Alicante 2021 del World Padel Tour è racchiuso tutto quello che è il Padel:

La solidità di Fede Chingotto, la magia di Alejandro Galán, la forza di Juan Tello e il controllo di Juan Lebrón

Tutti insieme in un punto della storia, nel punto più virale dell’Estrella Damm Alicante Open 2021.

Godiamoci questo autentico spasso:



Fonte. video Youtube del World Padel Tour

video correlati:

Un colpo strepitoso di Arturo Coello: Il Blocco

The post Un punto che entra nella storia del World Padel Tour first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle
Story 425316576

Anche per il 2021 la Federazione Italiana Tennis, come riporta il loro sito, organizza il Circuito Slam Padel by Mini che vedrà protagonisti i migliori specialisti e i migliori giovani del panorama nazionale.

Le gare in programma sono infatti: Doppio Maschile Open e Doppio Femminile Open (con conclusione delle sezioni intermedie), Doppio maschile under 16 e Doppio femminile under 16.

Sei le tappe previste, al termine delle quali verrà organizzato un Master finale (data e sede da definire) ai quali saranno ammessi i migliori 16 giocatori della classifica maschile, le migliori 8 giocatrici di quella femminile e i migliori 8 e le migliori 8 Under 16.

Questo il calendario delle tappe:

19-25 luglio
2-8 agosto
13-19 settembre
27 settembre-3 ottobre
18-24 ottobre
22-28 novembre

La richiesta di assegnazione delle tappe (in allegato sotto il modulo insieme al regolamento completo del circuito) da parte dei club deve essere inviata entro e non oltre il 31 maggio 2021.

REGOLAMENTO CIRCUITO SLAM BY MINI

RICHIESTA  ASSEGNAZIONE TAPPE CIRCUITO SLAM BY MINI

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articoli correlati:

Master Slam by Mini: Pronostici rispettati

The post Questa estate riparte il circuito Slam by Mini 2021 first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Anche per il 2021 la Federazione Italiana Tennis, come riporta il loro sito, organizza il Circuito Slam Padel by Mini che vedrà protagonisti i migliori specialisti e i migliori giovani del panorama nazionale.

Le gare in programma sono infatti: Doppio Maschile Open e Doppio Femminile Open (con conclusione delle sezioni intermedie), Doppio maschile under 16 e Doppio femminile under 16.

Sei le tappe previste, al termine delle quali verrà organizzato un Master finale (data e sede da definire) ai quali saranno ammessi i migliori 16 giocatori della classifica maschile, le migliori 8 giocatrici di quella femminile e i migliori 8 e le migliori 8 Under 16.

Questo il calendario delle tappe:

19-25 luglio
2-8 agosto
13-19 settembre
27 settembre-3 ottobre
18-24 ottobre
22-28 novembre

La richiesta di assegnazione delle tappe (in allegato sotto il modulo insieme al regolamento completo del circuito) da parte dei club deve essere inviata entro e non oltre il 31 maggio 2021.

REGOLAMENTO CIRCUITO SLAM BY MINI

RICHIESTA  ASSEGNAZIONE TAPPE CIRCUITO SLAM BY MINI

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articoli correlati:

Master Slam by Mini: Pronostici rispettati

The post Questa estate riparte il circuito Slam by Mini 2021 first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle
Story 425277099

Uno dei crack del 2021 del World Padel Tour è sicuramente il 19enne di Valladolid Arturo Coello.

Il giovane giocatore spagnolo con Miguel Lamperti è riuscito a disputare le semifinali dei primi due tornei dell’anno ed è in competizione per diventare giocatore rivelazione della stagione.

Nei quarti di finale contro Pablo Lima e Agustín Tapia ha effettuato il cosidetto “blocco”  un colpo da grande campione per diventare il giocatore con il miglior colpo del torneo di Alicante



Il Blocco (Bloqueo) è un colpo molto spettacolare ma essendo un gesto molto difficile attira l’attenzione degli appassionati di Padel in quanto sono molto pochi i giocatori che dominano il “blocco”.
Un gesto difensivo che, molte volte, diventa il migliore degli attacchi e ciò accade quando l’avversario cerca il corpo, una posizione rischiosa o una situazione favorevole, ma ciò va a favore del giocatore in difesa a causa del suo talento e della sua tecnica.
Juan Martín Díaz, Ale Galán, Paquito Navarro o Matías Díaz sono alcuni di quei giocatori che si caratterizzano per la loro capacità di bloccare fermamente i colpi più potenti e dannosi dei loro rivali, riuscendo a far alzare dai loro posti le migliaia di fan che partecipano a ogni prova del World Padel Tour.

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

Fonte: pagina Youtube del World Padel Tour

The post Un colpo strepitoso di Arturo Coello: Il Blocco first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Uno dei crack del 2021 del World Padel Tour è sicuramente il 19enne di Valladolid Arturo Coello.

Il giovane giocatore spagnolo con Miguel Lamperti è riuscito a disputare le semifinali dei primi due tornei dell’anno ed è in competizione per diventare giocatore rivelazione della stagione.

Nei quarti di finale contro Pablo Lima e Agustín Tapia ha effettuato il cosidetto “blocco”  un colpo da grande campione per diventare il giocatore con il miglior colpo del torneo di Alicante



Il Blocco (Bloqueo) è un colpo molto spettacolare ma essendo un gesto molto difficile attira l’attenzione degli appassionati di Padel in quanto sono molto pochi i giocatori che dominano il “blocco”.
Un gesto difensivo che, molte volte, diventa il migliore degli attacchi e ciò accade quando l’avversario cerca il corpo, una posizione rischiosa o una situazione favorevole, ma ciò va a favore del giocatore in difesa a causa del suo talento e della sua tecnica.
Juan Martín Díaz, Ale Galán, Paquito Navarro o Matías Díaz sono alcuni di quei giocatori che si caratterizzano per la loro capacità di bloccare fermamente i colpi più potenti e dannosi dei loro rivali, riuscendo a far alzare dai loro posti le migliaia di fan che partecipano a ogni prova del World Padel Tour.

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

Fonte: pagina Youtube del World Padel Tour

The post Un colpo strepitoso di Arturo Coello: Il Blocco first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle
Story 424988707

Immaginiamo per qualche secondo di essere in campo… ci lanciano un pallonetto e stiamo per fare la nostra bandeja che sappiamo possa mettere nei guai i nostri rivali.Ci prepariamo, mettiamo le gambe in modo corretto e quando stiamo per colpire la palla arriva una raffica di vento e si finisce per mandare la palla al campo adiacente…
Sembra familiare, vero?

Quando giochiamo all’aperto possiamo incontrare fattori che possono influenzare il nostro modo di giocare. Il vento è uno di questi e può condizionarci, tanto che è consigliabile studiare come possiamo sfruttarlo a nostro favore.

Esistono diverse condizioni meteorologiche avverse quando giochiamo.
Possiamo giocare con pioggia, umidità, vento o anche un sole soffocante che non ci farà vedere bene.
Se incontriamo uno di questi fattori occorre per forza ripensare la nostra strategia iniziale … Se ne trovi già molti insieme fai un respiro profondo, probabilmente ti senti come se avessi un altro sport.

Come giocare con il vento

Il vento è un fattore critico da considerare ed è per questo che dobbiamo ripensare al nostro modo di giocare. Giocare palle alte sarà sicuramente più complicato e quindi è preferibile utilizzare colpi bassi. Tuttavia, non possiamo giocare senza usare i pallonetti. Per questo sarà importante analizzare in quale direzione la palla viene portata dal vento: se è laterale, se va contro o, nel caso in cui il contrario, vada a nostra favore.

Non rischiare gli smash

Il fattore vento ci renderà non in grado di colpire correttamente la palla. Sarà quindi molto complicato colpire la palla con il punto dolce della pala. Pertanto il consiglio è di non rischiare colpi difficili come la vibora, per esempio. È meglio cercare di toccare semplicemente la palla e non perdere il punto. Quando saremo abituati a giocare a queste condizioni meteorologiche, allora saremo in grado di provare a fare quei colpi più complessi.

Se riceviamo un pallonetto alto non troppo profondo, lasciamo rimbalzare la palla

Un pallonetto alto che rimane al centro del campo o molto vicino alla rete dovrebbe essere lasciato rimbalzare per metterci a nostro agio per poter attaccare più comodamente. Ma attenzione, un globo come quelli effettuati da Paquito Navarro può far rimbalzare la palla nel nostro campo e uscire sul lato del campo…

Non corriamo rischi inutili

Non è un giorno giusto per ottimi schiacciatori e buoni colpitori di bandeja. Con il vento è conveniente fare una bandeja più conservativa e cercare di far sbagliare gli avversari. Per quanto riguarda gli smash è consigliabile farlo solo in situazioni molto chiare.

Aumentare il margine sui nostri colpi

Cercare di piazzare una palla può essere un errore nel caso di vento perché quel colpo che sembrerebbe così buono può subire una deviazione ed essere sbagliato. Dobbiamo aumentare un pò di più il nostro margine nei nostri colpi se vogliamo che il vento non porti via quel colpo che in condizioni normali sarebbe stato perfetto.

Facciamo attenzione a quando facciamo un Globo

A seconda del tipo di vento è consigliabile fare il pallonetto in un modo o nell’altro:
• Se il vento è contrario, diamo più potenza al pallonetto, altrimenti potrebbe cadere troppo corto.
• Nel caso in cui sia a nostro favore facciamo attenzione perché quello che pensiamo possa essere un globo corto può diventare uno profondo.
• E se è laterale, proviamo a lanciare il pallonetto un po’ di più nella direzione opposta.

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

Fonte: articolo tradotto e rielaborato di Padel Addict

articoli correlati by Mr Padel Paddle:

Piove, senti come piove…la strategia in caso di pioggia

The post Come giocare a padel quando c’è vento first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Immaginiamo per qualche secondo di essere in campo… ci lanciano un pallonetto e stiamo per fare la nostra bandeja che sappiamo possa mettere nei guai i nostri rivali.Ci prepariamo, mettiamo le gambe in modo corretto e quando stiamo per colpire la palla arriva una raffica di vento e si finisce per mandare la palla al campo adiacente…
Sembra familiare, vero?

Quando giochiamo all’aperto possiamo incontrare fattori che possono influenzare il nostro modo di giocare. Il vento è uno di questi e può condizionarci, tanto che è consigliabile studiare come possiamo sfruttarlo a nostro favore.

Esistono diverse condizioni meteorologiche avverse quando giochiamo.
Possiamo giocare con pioggia, umidità, vento o anche un sole soffocante che non ci farà vedere bene.
Se incontriamo uno di questi fattori occorre per forza ripensare la nostra strategia iniziale … Se ne trovi già molti insieme fai un respiro profondo, probabilmente ti senti come se avessi un altro sport.

Come giocare con il vento

Il vento è un fattore critico da considerare ed è per questo che dobbiamo ripensare al nostro modo di giocare. Giocare palle alte sarà sicuramente più complicato e quindi è preferibile utilizzare colpi bassi. Tuttavia, non possiamo giocare senza usare i pallonetti. Per questo sarà importante analizzare in quale direzione la palla viene portata dal vento: se è laterale, se va contro o, nel caso in cui il contrario, vada a nostra favore.

Non rischiare gli smash

Il fattore vento ci renderà non in grado di colpire correttamente la palla. Sarà quindi molto complicato colpire la palla con il punto dolce della pala. Pertanto il consiglio è di non rischiare colpi difficili come la vibora, per esempio. È meglio cercare di toccare semplicemente la palla e non perdere il punto. Quando saremo abituati a giocare a queste condizioni meteorologiche, allora saremo in grado di provare a fare quei colpi più complessi.

Se riceviamo un pallonetto alto non troppo profondo, lasciamo rimbalzare la palla

Un pallonetto alto che rimane al centro del campo o molto vicino alla rete dovrebbe essere lasciato rimbalzare per metterci a nostro agio per poter attaccare più comodamente. Ma attenzione, un globo come quelli effettuati da Paquito Navarro può far rimbalzare la palla nel nostro campo e uscire sul lato del campo…

Non corriamo rischi inutili

Non è un giorno giusto per ottimi schiacciatori e buoni colpitori di bandeja. Con il vento è conveniente fare una bandeja più conservativa e cercare di far sbagliare gli avversari. Per quanto riguarda gli smash è consigliabile farlo solo in situazioni molto chiare.

Aumentare il margine sui nostri colpi

Cercare di piazzare una palla può essere un errore nel caso di vento perché quel colpo che sembrerebbe così buono può subire una deviazione ed essere sbagliato. Dobbiamo aumentare un pò di più il nostro margine nei nostri colpi se vogliamo che il vento non porti via quel colpo che in condizioni normali sarebbe stato perfetto.

Facciamo attenzione a quando facciamo un Globo

A seconda del tipo di vento è consigliabile fare il pallonetto in un modo o nell’altro:
• Se il vento è contrario, diamo più potenza al pallonetto, altrimenti potrebbe cadere troppo corto.
• Nel caso in cui sia a nostro favore facciamo attenzione perché quello che pensiamo possa essere un globo corto può diventare uno profondo.
• E se è laterale, proviamo a lanciare il pallonetto un po’ di più nella direzione opposta.

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

Fonte: articolo tradotto e rielaborato di Padel Addict

articoli correlati by Mr Padel Paddle:

Piove, senti come piove…la strategia in caso di pioggia

The post Come giocare a padel quando c’è vento first appeared on Mr Padel Paddle.
0