MrPadelPaddle

Zidane ha deciso di seguire le orme di altri giocatori famosi come, per esempio, Ibrahimovic e Totti, che hanno deciso di investire nel Padel

Il padel infatti è diventato uno sport alla moda non solo per i fan, ma anche per tutti i tipi di giocatori famosi di altri sport, attivi o già in pensione come oltre i già citati Albertini, Casiraghi, Zambrotta, Almiron e tanti altri.
Zinedine Zidane non è stato da meno, infatti l’ex calciatore ed ex allenatore del Real Madrid era già stato visto giocare a padel questa estate, come possiamo vedere nel seguente video:

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da zidane (@zidane)

Tuttavia, la notizia va oltre Zidane che pratica il nostro sport preferito in quanto  l’ex giocatore francese ha aperto Z5Padel, un club di padel situato ad Aix-en-Provence città universitaria nella regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra della Francia meridionale (molto vicino a Marsiglia).
Il centro sportivo aprirà i battenti il 18 ottobre e ha un programma di gestione per prenotare i campi online.
Va ricordato che Zidane ha diversi centri di allenamento specializzati nel calcio in Francia e in Italia.
I suoi circoli, che sono conosciuti con il nome di Z5, inizieranno ad avere campi da padel, il primo dei quali è quello sopra menzionato a Marsiglia.
E’ aperta la sfida con Zatlan Ibrahimovic che è arrivato ad avere 6 club di padel nella sua Svezia?
Vedremo…

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da zidane (@zidane)

 

Buon Padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articoli correlati:

Ibrahimovic: La sua sesta meraviglia…di Padel | Mr Padel Paddle

fonte. Padel Addict

The post Zidane apre il suo primo club di Padel first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

È uscito il numero di Ottobre di Padel Club con l’intervista esclusiva a Macela Ferrari, il focus sui campi in Italia e tanti altri articoli dedicati al nostro sport preferito!

Il numero di Ottobre di Padel Club,  l’inserto del Magazine Sport Club , da oggi è in anteprima online per noi appassionati di Padel.
E’ disponibile anche in formato cartaceo in diversi circoli del Lazio

Nell’inserto troveremo:
– Empatia e Motivazione – intervista a Marcela Ferrari
– Quota 4.000 campi in vista!
– Come sta cambiando tatticamente il padel
– Scopri come rimanere concentrato in tutta la partita
– La coppa dei Club rimane nel Lazio
– Exclusive Padel Cup – Intesa Sanpaolo entra nel mondo amatoriale

Per vedere tutti gli articoli dell’inserto clicca sull’immagine e buona lettura online del numero di Ottobre di Padel Club !!!

Sport Club il Magazine sportivo e di lifestyle presente, da oltre 18 anni, nella maggior parte dei circoli sportivi del Lazio con una tiratura di oltre 30.000 copie e per la quale hanno scritto e scrivono numerosi personaggi dello sport e non solo.
E’ stata la prima rivista sportiva in Italia anni fa a credere nel Padel con un inserto, di oltre 20 pagine, completamente dedicato al nostro sport sia a livello professionistico che amatoriale.
Anche se nasce come una rivista locale le rubriche dedicate al Padel sono e saranno sempre di più a carattere nazionale ed internazionale.

Dal mese di giugno 2020 sono entrato a far parte anche io nella squadra di Sport Club, curando come coordinatore l’inserto Padel Club, per offrire il mio contributo con rubriche sempre più approfondite dedicate al nostro Sport preferito!

Buon Padel a tutti e buona lettura

by Mr Padel Paddle

articoli correlati :

Padel Club di Settembre da oggi online !

Padel Club di Luglio da oggi online !

Padel Club di Giugno da oggi online !

Padel Club: Maggio un numero speciale

Padel Club di Aprile

 

 

 

The post Padel Club di Ottobre da oggi online ! first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Nel mercato del padel esistono tantissimi modelli di racchette da padel pensati per le donne, quindi con un peso leggermente inferiore che favorisce la maneggevolezza, ma comunque molto performanti.

Ecco, secondo supertennis.tv  la top-5 delle migliori (e più vendute) racchette femminili del 2021

Ad alti livelli, il padel italiano è donna. Ed è proprio la massiccia presenza femminile, nei tornei del World Padel Tour ma soprattutto sui campi di tutta Italia, uno dei motori della diffusione enorme della disciplina. Vale lo stesso in tutto il mondo, ragion per cui esistono delle racchette di alto livello sviluppate appositamente per le donne, con un peso un tantino minore che favorisce la maneggevolezza, ma senza dover rinunciare alla potenza. Ecco i cinque migliori modelli femminili presenti sul mercato.

BLACK CROWN PITON NAKANO 3K

Nel World Padel Tour è la racchetta di Marta Marrero (foto in apertura), che dopo un passato da ottima tennista (è stata fra le top-50 WTA) è diventata una delle giocatrici di padel più vincenti degli ultimi anni. Si tratta di una racchetta che si può definire polivalente, perché – come si può notare già dalla forma – non estremizza né potenza né controllo, anche se fra le due strizza comunque l’occhio soprattutto alla prima.

È raccomandata per giocatrici di alto livello, e presenta un nucleo in gomma Eva duro al tatto, che aiuta quando c’è bisogno di giocare un padel aggressivo. Tuttavia, altre componenti come la combinazione fra carbonio 80% e fibra di vetro 3K favoriscono il controllo e la sensibilità, garantendo un buon tocco. Il peso si assesta fra i 355 e i 370 grammi, e il prezzo medio sul mercato si aggira intorno ai 180 euro.

BULLPADEL VERTEX 03 WOMAN

È la versione femminile delle celebre Vertex 03, la pala di Maxi Sanchez (e tanti altri) che risulta da tempo fra le più amate dai praticanti di ogni livello. Così, Bullpadel ne ha creato un modello equivalente pensato per le donne, quindi un tantino più leggero ma comunque estremamente orientato alla potenza. Lo si evince dalla forma a diamante e dal bilanciamento alto, che aiutano le giocatrici più aggressive.

A livello di tecnologie si tratta di uno dei modelli più evoluti mai pensati dall’industria padelistica: presenta un tipo particolare di ponte studiato per favorire l’aerodinamica, ha le facce rugose per aiutare gli effetti e il sistema VibraDrive per assorbire le vibrazioni. Nel World Padel Tour è la racchetta della top-10 Delfi Brea, in Italia di Giorgia Marchetti. Pesa fra i 345 e i 360 grammi, il pezzo fra aggira sui 190 euro.

ADIDAS ADIPOWER LIGHT 3.0

Il “power” nel nome non deve trarre in inganno: è una racchetta progettata per le giocatrici che cercano soprattutto controllo. Come la “doctora” Marta Ortega, principale testimonial del modello. Costruita in carbonio albuminizzato, e con una tecnologia chiamata Dual Exoskeleton utile a rinforzarne la struttura, presenta un nucleo in Eva Soft Energy che garantisce sensibilità, e due facce rugose che favoriscono gli effetti.

Una delle caratteristiche principali del modello è la maneggevolezza, che aiuta a gestire senza particolari difficoltà anche le situazioni più delicate. È una racchetta comunque destinata a giocatrici con una certa esperienza, ma il peso ridotto (fra i 345 e i 360 grami) e la forma rotonda la rendono una buona alleata per qualsiasi livello di gioco. Il prezzo medio sul mercato è di 240 euro.

STARVIE AQUILA SPACE PRO

Gli appassionati del padel italiano la riconoscono come la racchetta di Giulia Sussarello, ai vertici del movimento azzurro ormai da anni. Si tratta di un modello versatile disegnato per favorire l’uscita di palla, ma garantendo una perfetta combinazione fra potenza e controllo. È una racchetta equilibrata, che può andare benissimo anche per le giocatrici di livello intermedio, che puntano a proporre un padel più incisivo.

Fabbricata totalmente in carbonio, con un nucleo interno formato da una gomma a densità media, garantisce un impatto piuttosto secco, ricercato da moltissimi giocatori. Ha una forma a lacrima, delle facce ruvide che garantiscono maggior pesa sulla pallina (e anche qualche effetto, quando serve) e un peso che si aggira intorno ai 370 grammi. Il prezzo medio sul mercato è di 170 euro.

NOX MP10 LUXURY

È la racchetta di Maria Pilar Sanchez Alayeto, che malgrado da qualche mese debba combattere con una forma di sclerosi multipla rimane una delle più forti in circolazione, insieme alla gemella Maria José. La sua racchetta brilla per controllo, grazie al formato rotondo e al bilanciamento basso. Ha una struttura molto resistente formata da carbonio intrecciato a 3K, e un nucleo in gomma EVA HR3 Core. Si tratta di una pala molto maneggevole, facile da utilizzare anche per le giocatrici meno esperte.

Fra le migliori racchette al femminile anche quella della sorella “Majo”, che gioca nella posizione del revés e quindi (come la gran parte delle giocatrici di sinistra) predilige un telaio più aggressivo, dalla forma a goccia. Si tratta dalla Nox MJ10 Luxury, quasi interamente in carbonio, per favorire l’uscita di palla. Entrambe le pale delle “Gemelas Atomikas” sono disponibili sul mercato a un prezzo medio di 240 euro.

fonte: Supertennis.tv di Marco Caldara

articoli correlati:

Le migliori racchette da Padel per donna

The post Padel femminile: le migliori racchette 2021 first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Eccoci nuovamente a parlare di regolamento del Padel

Abbiamo già dedicato alcuni articoli al regolamento a 360° perché siamo convinti che per potersi mettere in campo è fondamentale conoscere tutte le regole che determinano il punteggio e quindi l’esito della partita.

Ora pensiamo di farvi cosa gradita nell’evidenziare alcune situazioni specifiche che determinano la perdita del punto.
Vediamo quindi nel dettaglio quelle situazioni che possono mettervi nel dubbio durante lo svolgimento di una partita.

Il punto è perso da regolamento se:

1. TOCCHI LA RETE
Se una parte del tuo corpo, del tuo abbigliamento, della tua attrezzatura tocca una qualsiasi parte della rete, del palo, del campo avversario (grata inclusa) mentre la palla è in gioco.
Solo nel caso in cui il gioco fuori campo è autorizzato (situazione abbastanza rara in ambito amatoriale) da 0,92 metri, il palo della rete è considerato una zona neutra per i quattro giocatori, che possono toccarlo o tenerlo.

2. DOPPIO RIMBALZO
Se la palla rimbalza due volte prima che la colpisci per rimandarla nel campo avversario.

3. USCITA DI GABBIA
Se la palla rimbalza nel campo avversario, supera i limiti superiori del periodo esterno del campo, sia posteriore che laterale o attraverso la porta.
Se il gioco all’esterno è autorizzato fuori dal campo, perdi il punto quando dopo il rimbalzo in campo avversario, la palla supera la parete di fondo (por 4). Se supera il muro laterale o la porta, il punto è perso quando rimbalza a terra una seconda volta o, in risposta, colpisce un elemento esterno del campo.

4. INVASIONE
Quando colpisci la pallina prima che abbia attraversato la rete.

5. COLPISCI LA PARETE AVVERSARIA
Ogni volta che un tuo colpo, prima di aver correttamente rimbalzato a terra, finisce in grata o a vetro, o colpisce qualsiasi oggetto del campo che non si trova sul terreno.

6. CON IL TUO COLPO COLPISCI LA RETE E POI NON RIMBALZA IN CAMPO
Quando colpisci la rete o il palo e la pallina non rimbalza poi a terra ma colpisce prima la grata, i vetri o su un oggetto fuori dal campo che non si trova sul terreno del campo avversario.

7. FAI DOPPIO TOCCO
Quando colpisci in due momenti distinti la pallina nello stesso colpo.

8. VIENI TOCCATO DALLA PALLINA
Se durante il colpo, vieni colpito in prima persona dalla pallina o colpisci il tuo compagno di gioco o qualsiasi oggetto che portate con voi.

9. TOCCHI LA PALLA CON IL CORPO
Quando gli avversari giocato al corpo o in ogni caso, ogni qual volta la pallina lanciata dagli avversari entra in contatto con qualsiasi tua parte che non sia la sola racchetta, hai perso il punto.

10. DOPO IL TUO TOCCO, LA PALLA TOCCA ELEMENTI ESTERNI NEL TUO CAMPO
Quando dopo aver colpito la palla, questa colpisce la grata o il campo dal tuo lato.

11. LANCI LA RACCHETTA
Quando scegli di lanciare la racchetta per raggiungere e colpire la pallina. Deve essere sempre tenuta in mano.

12. ENTRAMBI I GIOCATORI COLPISCONO LA PALLA
Solo un giocatore può colpire la pallina, se viene colpita simultaneamente o consecutivamente da entrambi i giocatori, perdi il punto. NB.: non è considerato doppio colpo quando in due cercate di colpire la palla contemporaneamente ma solo uno la colpisce e l’altro colpisce la racchetta del compagno.

13. HAI I PIEDI FUORI DAL CAMPO
Se quando colpisci la palla hai uno o entrambi i piedi fuori dal campo di gioco, a meno che il gioco fuori dal campo non sia autorizzato.

14. FALLISCI LA SECONDA DI SERVIZIO
Se dopo aver fallito la prima di servizio, sbagli anche la seconda di servizio.

15. COLPISCI IL PALO DELLA LUCE
Se la pallina, dopo aver rimbalzato correttamente nel tuo campo arriva poi a colpire il palo della luce del campo. In caso di por 3 anche in caso di uscita autorizzata la pallina non sarà giocabile. Stessa cosa se la pallina dovesse rientrare in campo.

16. COMPISCI IL SOFFITTO NEI CAMPI INDOOR
In caso di campi coperti, perdi il punto quando il tuo lob arriva a toccare la massima altezza possibile (minimo 6 metri).

17. EFFETTUI UNA CONTRA PARETE E COLPISCI LA GRATA
Se durante una contra, invece di far sbattere la pallina sul vetro, questa colpisce la grata. Sia che la pallina resti nel tuo campo oppure riesca comunque a tornare al campo avversario.

18. GLI AVVERSARI FANNO UN x4 INDOOR
Nel caso in cui il campo sia chiuso da una tensostruttura al limitare del campo, quando il mio avversario fa uscire la pallina a fondo campo (x4) e la pallina, rimbalzando contro la tensostruttura rientra nel mio campo.

Siamo sicuri che questo piccolo prontuario del punto perso vi sarà utile per le prossime partite!! e perché no, a breve vi faremo anche un bignami delle situazioni che vi confermano il punto!!

Buon Padel a tutti

by Roberta Lozza

articoli correlati:

Il regolamento nel Padel: Il tempo

Il regolamento nel Padel: il punteggio

The post Regolamento Padel: Il punto è perso quando… first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Per la prima volta nella storia del World Padel Tour un’italiana accederà direttamente al Cuadro Final di una tappa del WPT!

Nel tabellone principale del Cordoba Open, quindicesima tappa del circuito World Padel Tour 2021 sarà presente la coppia Orsi-Carnicero

Carolina Orsi, campionessa italiana insieme a Giulia Sussarello e n°55 del ranking WPT (prima italiana attualmente in classifica) giocherà con la 22enne di Valladolid Esther Carnicero n°35 al mondo (quest’anno 8 volte agli ottavi di finale di un torneo WPT) con cui dovrebbe disputare le ultime tappe del WPT 2021.
Giocare con la spagnola ha permesso alla Orsi di essere la prima italiana nella storia ad essere qualificata direttamente in un Cuadro Final per migliore classifica (senza accedere tramite Wild Card).
La decisione di inizio anno di Carolina di trasferirsi a Madrid ha già dato i suoi frutti in quanto la romana sta scalando la classifica mondiale avendo l’opportunità di giocare insieme a compagne con una posizione di classifica migliore e di allenarsi con i migliori allenatori e giocatrici al mondo che vivono in Spagna.

Abbiamo contattato Carolina per saperne di più…
Come è maturata questa scelta di giocare con la spagnola?
“La scelta di giocare con Esther è dovuta al fatto che mi ha contattato recentemente dopo gli ultimi tornei del WPT e mi ha chiesto se mi andava di giocare insieme a Cordoba e di finire la stagione e io ho ovviamente accettato perché è un bel salto e con i punti partiremo dal Cuadro al Cordoba Open. Per me è una bella soddisfazione poiché vuol dire che il duro lavoro svolto quest’anno sta pagando.
Il ranking guadagnato quest’anno ha fatto si che una giocatrice intorno al trentesimo posto mi potesse chiamare”.

Che tipo di giocatrice è la Carnicero?
“Come giocatrice la conoscevo già in quanto avevo già disputato qualche partita contro Esther sia in Italia che in Spagna, è una giocatrice aggressiva, che tiene nel suo repertorio tutti i migliori colpi del padel , può smashare bene , ha una ottima volee e ovviamente difende bene perché, pur essendo molto giovane, è nata con la racchetta da padel in mano e ha già molta esperienza essendo sempre stata in Cuadro in questi ultimi anni”.

Cosa ti aspetti da questa scelta?
“Sono molto fiduciosa del gioco che possiamo fare e ci siamo dette di finire la stagione insieme nella speranza, se tutto va bene, di poter andare avanti anche per il prossimo anno”.

Abbiamo chiesto una breve dichiarazione anche ad Alessandro Di Bella, DS del Padel Canottieri Aniene, in merito alla giocatrice del suo team:
Sono felice per  la nostra giocatrice. Carolina sarà la prima atleta italiana a giocare direttamente nel tabellone principale per meriti acquisiti. Un orgoglio per noi e per il circolo con cui è cresciuta fin dal primo giorno. Un punto d’arrivo per un nuovo inizio con grandi obiettivi”.

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articoli correlati:

Ranking WPT: Italia femminile sempre più in alto

The post Storico: Orsi accede direttamente in un Cuadro WPT first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Continua inarrestabile la crescita del settore padel in tutta Italia, con la costante inaugurazione di nuovi club e campi da gioco in tutte le regioni.

Proseguono di pari passo le nostre puntuali “fotografie” sulle regioni che stanno conquistando posizioni significative nel ranking nazionale; oggi è il turno del Veneto dove da poco si è disputata la Veneto Padel Cup, un torneo che ha visto la partecipazione di numerosi campioni italiani e internazionali, ma soprattutto il torneo con il montepremi più alto (100.000 €) mai visto fino a oggi in Italia. Un grande successo che testimonia come in questa regione ci sia una forte passione per questo sport.

In Italia

Prima di analizzare il mercato della grande regione del nord est d’Italia, aggiorniamo come di consueto la situazione attuale nel nostro Paese, che a gennaio vedeva la presenza sul territorio nazionale di 1.800 campi, numero di gran lunga superato oggi con oltre 3.800 campi.
A livello di strutture (circoli sportivi, club dedicati al padel e strutture ricettive) contiamo in tutta la nostra penisola 1.565 location dove giocare (di cui 401 con la possibilità di sfidarsi al coperto) per un totale di 3.856 campi, di cui 1.029 indoor. Le prime cinque regioni con più club e campi sono il Lazio (379 club; 1.139 campi), la Sicilia (156; 373), la Lombardia (143; 393), il Piemonte (111; 249) e l’Emilia-Romagna (108; 249).

In Veneto

Secondo i dati del sito-osservatorio Mr Padel Paddle, a fine 2020 avevamo in terra veneta 29 club e 70 campi, mentre la situazione attuale ci porta a numeri completamente diversi, con 64 club e 167 campi, con un incremento del 140% come nascita di nuovi campi in soli 9 mesi.
Il Veneto presenta ben 24 strutture con campi indoor e può contare su un totale di 67 campi al coperto, che rappresentano il 40% di tutti i campi regionali contro una media nazionale del 27%. Un terzo dei campi sono presenti a Treviso (15 strutture; 57 campi) che precede nel podio Verona (12; 32) e Padova (12; 30); seguono Venezia (11; 25), Vicenza (9; 14), Rovigo (2; 5) e chiude Belluno, con 3 strutture e 4 campi. In tutta la regione è possibile giocare in 45 comuni sparsi nel territorio (15 in provincia di Treviso e 12 in quella di Verona e Padova).

La media regionale di campi per struttura è leggermente superiore a quella italiana (2,6 campi per circolo contro i 2,5 a livello nazionale). Esistono 4 circoli con più di 4 campi, e tutti nella provincia di Treviso; i più grandi sono il Padel Treviso con 10 campi, lo Sporting Life Center a Breda di Piave con 7 campi, il nuovissimo Adriano Panatta Racquet Club con 6 campi e l’Urban Padel con 5 campi. Le strutture con 4 campi sono 8, mentre quelle con 3 campi sono 19.
Da una nostra indagine sul web, effettuata su un campione di 410.000 utenti italiani, gli appassionati che seguono il padel in Veneto sono sempre più numerosi; il comune di Verona è infatti al sedicesimo posto in Italia, Vicenza al 18esimo, Padova al 19esimo e Treviso al 33esimo posto; le prime restano sempre Roma e Milano come “addicted” di questo sport.

Buon Padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articoli correlati:

Emilia Romagna: Sempre più campi nella culla del padel italiano

Toscana: Vini, sapori e tanto padel

The post Padel, Super passione nel Veneto first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Sono state diramate le convocazioni per i mondiali in Qatar che si terranno dal 15 al 20 novembre per i due Dream team della Spagna e dell’Argentina sia nella categoria femminile che maschile

Vediamo la lista delle squadre più forti al mondo che si affronteranno nella XV edizione dei mondiali in attesa di conoscere le convocazioni della nazionalità italiana:

Spagna

Nazionale femminile

Alejandra Salazar
Ariana Sanchez
Gemma Triay
Lucia Sainz
Marta Ortega
Patricia Llaguno
Paula Josemaria
Tamara Icardo

Nazionale Maschile

Ale Galan
Alex Ruiz
Arturo Coello
Paquito Navarro
Javier Rico
Jeronimo Gonzalez
Jorge Nieto
Juan Lebron

Argentina

Nazionale femminile

Aranza Osoro
Cecilia Reiter
Claudia Jensen
Delfi Brea
Julieta Bidahorria
Virginia Riera
Nelida Brito
Silvana Campus

Nazionale Maschile

Martin Di Nenno
Sanyo Gutierrez
Fernando Belasteguin
Franco Stupaczuk
Juan Tello
Agustin Tapia
Maxi Sanchez
Fede Chingotto

Buon Padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articoli correlati:

Europei di padel: La lista dei convocati azzurri 

The post I Dream Team Spagna e Argentina ai mondiali first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Sono state diramate le convocazioni per i mondiali in Qatar che si terranno dal 15 al 20 novembre per i due Dream team della Spagna e dell’Argentina sia nella categoria femminile che maschile

Vediamo la lista delle squadre più forti al mondo che si affronteranno nella XV edizione dei mondiali

Spagna

Nazionale femminile

Alejandra Salazar
Ariana Sanchez
Gemma Triay
Lucia Sainz
Marta Ortega
Patricia Llaguno
Paula Josemaria
Tamara Icardo

Nazionale Maschile

Ale Galan
Alex Ruiz
Arturo Coello
Paquito Navarro
Javier Rico
Jeronimo Gonzalez
Jorge Nieto
Juan Lebron

Argentina

Nazionale femminile

Aranza Osoro
Cecilia Reiter
Claudia Jensen
Delfi Brea
Julieta Bidahorria
Virginia Riera
Nelida Brito
Silvana Campus

Nazionale Maschile

Martin Di Nenno
Sanyo Gutierrez
Fernando Belasteguin
Franco Stupaczuk
Juan Tello
Agustin Tapia
Maxi Sanchez
Fede Chingotto

Buon Padel a tutti

by Mr Padel paddle

The post Mondiali Qatar: I dream team Spagna Argentina first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Ti è mai successo di avere un calo di concentrazione durante la partita, e magari di perdere uno o più game senza nemmeno rendertene conto?

Il Padel non perdona la distrazione, e succede frequentemente di passare da una situazione di vantaggio ad una di svantaggio in tempi brevi.
La concentrazione è un’abilità fondamentale per essere campioni, saperla gestire influisce direttamente sulla prestazione e spesso fa la differenza tra vincere o perdere: ma cosa succede realmente quando abbiamo un calo di concentrazione o perdiamo la concentrazione?

Quando parliamo di concentrazione, di solito associamo al concetto verbi come perdere o trovare, oppure avere un calo: un po’ come se la concentrazione fosse qualcosa di esterno che dobbiamo scovare in luoghi reconditi oppure una sorta di carburante con cui riempire un serbatoio.
La verità è che la concentrazione non cala, e non va cercata in giro, essa è una nostra risorsa e noi abbiamo l’abilità di spostarla dove desideriamo: se non usiamo consapevolmente questa abilità, la utilizziamo in modo inconsapevole e posizioniamo la concentrazione dove non serve o, nel peggiore dei casi, dove proprio non dovrebbe essere.

Anche se ti può sembrare una questione semantica, fai attenzione perché questo passaggio è fondamentale per un miglioramento immediato della tua performance.
Puoi immaginare la tua concentrazione come il fascio di luce dell’occhio di bue a teatro: tu hai la capacità di direzionare l’occhio di bue sul protagonista del momento, se non la usi in modo consapevole ti ritroverai con il protagonista che recita al buio e un angolo vuoto del palcoscenico ben illuminato.
La tua capacità di indirizzare la concentrazione su qualcosa è il FOCUS.

Dunque quando in campo ti rendi conto di non essere concentrato sulla partita, o sul gesto tecnico, o sul momento presente, la soluzione non è aumentare la concentrazione o andare a cercarla: la soluzione è spostare il focus su ciò che ti serve.

Un esempio classico è il seguente:
– stai giocando e fai un errore, ma non un errore qualsiasi, uno di quelli che proprio non avresti dovuto fare
– mentre il gioco procede, il tuo focus rimane sull’errore: immagina quindi questo potente faro che illumina l’errore nei dettagli e nel farlo lascia il campo completamente al buio
– a quel punto continui a giocare “alla cieca” mentre i dettagli dell’errore che hai fatto ti sono sempre più chiari

Qual è l’immediata conseguenza?

Si, penso che tu abbia indovinato: probabilmente farai un altro errore e poi un altro ancora… e il motivo non sarà che non hai mantenuto la concentrazione, ma che l’hai mantenuta sulla cosa meno produttiva in assoluto, cioè l’errore.
Ti è capitato qualcosa di simile? O lo hai visto succedere in campo al tuo compagno?

La buona notizia è che il FOCUS si può allenare, esattamente come si allena un gesto tecnico: vediamo insieme come fare.

Per assicurarti di saper spostare il tuo FOCUS dove desideri durante la partita, è utile che tu ti alleni a farlo FUORI dal campo, fino a quando la ripetizione e la pratica ti renderanno abile e veloce a gestire il focus durante la partita.
Per farlo utilizzeremo un esercizio particolare: il RICHIAMO DI CONSAPEVOLEZZA.

Stabilisci 2 orari della giornata in cui far suonare una sveglia, un allarme o un promemoria: quando senti il suono, interrompi per qualche istante qualsiasi cosa tu stia facendo, fai un respiro profondo e porta la tua attenzione sul momento presente facendoti 3 domande:
– A cosa sto pensando?
– Cosa sto facendo?
– Qual è la principale sensazione che provo?

Dopo 1 settimana, passa a 3 momenti della giornata in cui fare lo stesso esercizio.

Forse ti stai chiedendo: ma cosa c’entra questo con il Padel?
C’entra tantissimo: il beneficio principale di questo esercizio è che alleni la tua mente a spostarsi velocemente dove tu desideri, e più ti alleni a farlo, più sarà semplice farlo durante la tua partita.

Qui trovi un video di approfondimento:

Buon Padel a tutti !

in collaborazione con Cristina Molinari – Padel Mental Coach

https://www.metodosmash.com/

articoli correlati Mr Padel Paddle:

In una partita di Padel, come dominare tensione e nervosismo

The post Come essere concentrato per tutta la partita first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Al via il circuito amatoriale targato MSP Italia con 8 tappe su Roma e Milano chiamato Exclusive Padel Cup firmato dal gruppo Intesa Sanpaolo che entra nel mondo del padel amatoriale

Per la prima volta MSP Italia, Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI, leader nei tornei di padel amatoriali, organizzerà nelle due città un circuito firmato da Exclusive, la prestigiosa carta di credito che il Gruppo Intesa Sanpaolo riserva alla sua migliore clientela, con servizio concierge dedicato h24, servizi lifestyle distintivi e privilegi unici.

Abbiamo accolto con entusiasmo l’opportunità di sostenere questo torneo di padel, disciplina sportiva che sta vivendo un vero e proprio boom di crescita – dichiara Andrea Lecce, Responsabile Direzione Sales & Marketing Privati e Aziende Retail di Intesa Sanpaolo – La nostra presenza alla manifestazione conferma l’impegno e la passione che il Gruppo riserva al mondo dello sport, a tutti i livelli, nella convinzione che sia un bene comune, portatore di valori, idee, inclusione e aggregazione. Impegno e passione che mettiamo ogni giorno anche nella cura dei nostri clienti, per soddisfare ogni loro esigenza, e che ha ispirato la realizzazione di Exclusive: non solo una carta con ampia libertà di spesa, ma un ecosistema di servizi di caring, benefit ed esperienze in continua evoluzione. Un approccio completo, con cui puntiamo a migliorare benessere e qualità di vita delle persone”.

“Siamo orgogliosi che un gruppo così importante come Intesa Sanpaolo abbia deciso di affiancarci in questa nuova avventura – ha spiegato Claudio Briganti, Responsabile Nazionale Settore Padel MSP Italia e Presidente di MSP Roma . Una partnership, quella dedicata a Exclusive, che ci spinge a fare ancora meglio, nel regalare un’esperienza agli appassionati che decideranno di iscriversi al circuito”.

“Finalmente abbiamo un nostro torneo amatoriale anche su Milanocommenta entusiasta Noemi Albergo, Presidente di MSP Milanoil padel è ormai esploso anche nella nostra città e si sta sostituendo in parte al tennis tradizionale; quindi organizzare un circuito amatoriale a Milano e con un partner così prestigioso come Intesa Sanpaolo ci darà la possibilità di promuovere ancor di più questa disciplina”.

IL CALENDARIO

Saranno otto le tappe in programma. Si parte nel weekend del 16 e 17 ottobre all’Empire Padel Paradise di Roma, per proseguire poi con gli altri appuntamenti quali: Aspria Harbour Club (Milano, 23-24 ottobre), Bailey Padel Club (Roma, 6-7 novembre), Country Sport Village (Milano, 13-14 novembre), Flaminia Padel Center (Roma, 20-21 novembre), Padel Club Milano (Milano, 27-28 novembre), per terminare con i due Master finali, che si svolgeranno nei giorni 11 e 12 dicembre al Quanta Club di Milano e il 18 e 19 dicembre al Villa Pamphili Padel Club di Roma.

I PREMI

Al termine di ogni tappa i premi saranno offerti da Dunlop, sponsor tecnico e palla ufficiale del torneo: tra questi, una racchetta per i secondi classificati dei due master finali.
Sarà infine Exclusive di Intesa Sanpaolo a firmare il premio dei vincitori, che riguarderà un paio di cuffie MONTBLANC Wireless MB01 che verranno consegnate ai 12 vincitori delle 3 categorie di Roma e Milano.

ISCRIZIONI

exclusivepadelcup.com

La Exclusive Padel Cup fa parte dei tornei del Circuito amatoriale MSP Italia, che oltre a decretare le quattro coppie vincitrici di Roma e Milano, assegna punteggi a ogni club in base ai piazzamenti dei loro
giocatori.
Dal 2018, il settore Padel MSP Italia ha introdotto una novità dal punto di vista tecnico, escludendo i giocatori tesserati FIT classificati in tutta la 2° categoria, per rendere sempre più omogenea e divertente la competizione. Regola, questa, che si va ad aggiungere al rispetto della convenzione con la FIT Padel, che prevede per i tornei amatoriali, la sola partecipazione di giocatori classificati al massimo NC nel ranking FIT Padel Italia.

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articoli correlati:

Padel Amatoriale: UBI BANCA MSP PADEL CUP 2020

The post Padel amatoriale: Parte la Exclusive Padel Cup first appeared on Mr Padel Paddle.
0