MrPadelPaddle

Da oggi iniziano le pre qualificazioni del Master di Marbella, quinta tappa del circuito professionistico World Padel Tour Il torneo terminerà domenica 15 giugno e si tratta del primo Master della stagione che prevede per i giocatori sia un punteggio (1.700 punti contro i 1.000 di un open per i vincitori) che un montepremi più […]

The post Marbella Master WPT: Da oggi pre qualificazioni con Cremona – Cassetta first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Da oggi iniziano le pre qualificazioni del Master di Marbella, quinta tappa del circuito professionistico World Padel Tour

Il torneo terminerà domenica 15 giugno e si tratta del primo Master della stagione che prevede per i giocatori sia un punteggio (1.700 punti contro i 1.000 di un open per i vincitori) che un montepremi più alto.

Nel pre previa vi è una coppia maschile italiana iscritta al torneo quella di Simone Cremona (n° 166 del ranking WPT) e Marco Cassetta (n°285) che esordiranno questa mattina alle 9 contro Cristobal Garcia Blanco (n° 310) e Pablo Jose Diaz Romero (n° 157).
Lato femminile per vedere la prima italiana in campo dobbiamo aspettare lunedi pomeriggio nel primo turno con Lorena Vano (n°110) insieme alla compagna spagnola Ana Varo che affronteranno Marta Perez (n°105) e Laura Martinez (n°195).
In caso di vittoria il martedi dovranno affrontare la coppia tutta italiana Emily Stellato (n°108) e Valentina Tommasi (n°104).
Sempre al secondo turno martedi alle ore 11 Carolina Orsi (n°83) in coppia con Eugenia Guimet Bigas debutteranno al torneo.
La compagna di Carolina, Carlotta Casali ( n°82) sta ancora recuperando dall’infortunio di Santander.
La nostra coppia femminile n°1 Chiara Pappacena (n°65) e Giulia Sussarello (n°70) sono entrate direttamente alle qualificazioni (previa) e giocheranno a partire da martedi pomeriggio, mentre l’italo spagnola Claudia Jensen (n°54) inizierà il torneo per la prima volta direttamente qualificata per il tabellone principale insieme alla compagna Bellver.

A differenza degli Open nei Master le prime 4 teste di serie non hanno bye per accedere agli ottavi di finale ma anch’esse disputeranno a partire da mercoledì i sedicesimi.
Sono previsti già dei big match nella categoria femminile come quelli tra Marta Marrero e Martita Ortega contro Aranzazu Osoro e Victoria Iglesias (coppia che si è comportata molto bene nelle prime tappe), le vincitrici dell’Open di Santader  Delfi Brea e Tamara Icardo contro Bea Caldera e Carmen Goenaga e Carolina Navarro e Ceci Reiter affronteranno Sofia Araujo ed Eli Amatriain.


Lato maschile i
number 1 Ale Galan e Juan Lebron sfideranno al primo turno l’ex numero 1 al mondo Maxi Sanchez e Lucho Capra ma ci saranno anche altre sfide molto interessanti come quella tra Coki Nieto e Juan Martin Diaz vs Momo Gonzalez e Javi Rico Dasi e Adrian Allemandi e Pablo Lijo vs Uri Botello e Javi Ruiz.

Buon padel a tutti

by Mr Padel Paddle

articoli correlati:

Master Marbella World Padel Tour: Da domani si parte

 

The post Marbella Master WPT: Da oggi pre qualificazioni con Cremona – Cassetta first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Dal 05 al 13 giugno, la città malaguena di Marbella, diventerà ancora una volta l’epicentro del Padel mondiale.

Arriva il Cervezas Victoria Marbella Master 2021. Un test ricco di attrazioni e che avrà la presenza dei migliori giocatori.
Più di 7 giorni di competizione emozionante in una delle piazze più importanti per il padel professionistico.

Vediamo alcuni motivi per cui non perdersi questo appuntamento con il World Padel Tour.

Lebrón e Galán, lanciati

I leader del ranking mondiale, Juan Lebrón e Ale Galán, arrivano a Marbella dopo aver vinto il loro secondo titolo stagionale a Santander. Il duo spagnolo è pronto a prolungare il loro regno a Marbella. Riusciranno a ripetere il titolo nella terra andalusa? La risposta la dirà la Costa del Sol !

Lo scettro femminile più contestato

Con 4 tornei disputati e tante coppie diverse che hanno già alzato un titolo, siamo di fronte a un inizio di stagione di lotta alla pari fra le prime coppie e non solo del ranking.
A Marbella, Gemma Triay e Alejandra Salazar arriveranno come coppia numero uno, ma alla guida della Race 2021, troviamo Patricia Llaguno e Virginia Riera.

Primo Master dell’anno

Il Cervezas Victoria Marbella Master 2021,avrà l’onore di essere il primo Master della stagione. Non c’è torneo con più coppie in competizione, che distribuisce più premi o assegna più punti. Dopo quattro tornei Open per iniziare il percorso, arriva il primo momento clou della stagione. I vincitori prenderanno la bellezza di 1.700 punti contro i 1.000 di un Open.

Nuove coppie

Marbella sarà il punto di partenza per alcuni nuovi progetti sportivi. Nuovi orizzonti per le nuove coppie che debutteranno a Marbella (Mieres con Pineiro, Sanyo Gutierrez con Cristian Gutierrez, la nostra Carolina Orsi con Eugenia Guimet Bigas).

“La costa del Padel”

Il Cervezas Victoria Marbella Master 2021 significherà la reunion del World Padel Tour con la Costa del Sol. Un territorio più che speciale nella storia e nello sviluppo del padel.
Indubbiamente una delle “cattedrali” del padel, per storia, tradizione, passione e follow-up, senza dubbio è una delle tappe obbligatorie per questo sport.
Un tanto atteso ritorno a quella che sarà “La Costa del Pádel” per tutta la settimana che migliaia di fan aspettano da più di un anno.

Mr Padel Paddle

Fonte. sito ufficiale World Padel Tour

The post Master Marbella World Padel Tour: Da domani si parte first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Dal 05 al 13 giugno, la città malaguena di Marbella, diventerà ancora una volta l’epicentro del Padel mondiale. Arriva il Cervezas Victoria Marbella Master 2021. Un test ricco di attrazioni e che avrà la presenza dei migliori giocatori del pianeta. Più di 7 giorni di competizione emozionante in una delle piazze più importanti per il padel […]

The post Master Marbella World Padel Tour: Da domani si parte first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Il Globo, o all’italiana il pallonetto, è un colpo fondamentale in questo sport e meno semplice di quanto può sembrare a vista.

Anche strategicamente parlando, saper realizzare un ottimo globo è di vitale importanza quando entriamo in campo.

Ormai gli appuntamenti in tv sono fissi per seguire le partite professionistiche perché si sa, si ruba anche con gli occhi…e poi noi malati di padel non possiamo fare a meno di rimanere incantati a guardare partite così tecnicamente esaltanti, con scambi che ci fanno trattenere il respiro (e anche chiedere: ma come fa??”).
E osservando con costanza, diventa inevitabile osservare le grandi differenze dalle partite dei grandi del padel e le nostre e quelle che osserviamo nei nostri circoli.
Non parliamo di capacità tecnica, quanto la diversa strategia tattica messa in campo, le diverse scelte di gioco dove non si sprecano lob (o globo) e colpi di appoggio infiniti, prima di arrivare al vincente.

E noi proprio di globo vogliamo parlarvi in questo articolo, ovviamente parametrandolo al mondo amatoriale.
Tatticamente viene scelto per scavalcare gli avversari a rete e farli arretrare, conquistando a nostra volta la rete in fase di attacco, ma è bene ricordare che un lob fatto male può diventare velocemente una palla alzata alla perfezione per uno smash del nostro avversario.
Per questa ragione dovrebbe essere allenato al pari della bandeja e degli altri colpi, perché saperlo usare con padronanza e precisione permette invece di avere costanza, regolarità e controllo sulla gestione del gioco. E non ci sembra poco, vi pare?

Tecnicamente, è importante ricordare che un pallonetto lo si fa posizionando la pala aperta sotto la pallina, si spinge il colpo dal basso verso l’alto.
La posizione del nostro corpo ha una rilevanza notevole per la miglior riuscita di questo colpo, è infatti importante ricordare che è importantissimo l’uso delle gambe che ci servono per dare spinta al corpo che, diversamente, risulta sempre basso e corto. Serve quindi abbassare il proprio baricentro il più possibile per sfruttare la forza delle gambe nell’impatto e permetterci di alzare la palla il più possibile.

Saperlo giocare con cognizione di causa ci permette di movimentare il gioco, spostare dalla rete i nostri avversari e portarli se vogliamo anche all’usura, alla stanchezza (a livello amatoriale ci sono diversi livelli di resistenza, novanta minuti intensi e in continuo movimento per il campo logorano i più).

Ma quando va usato il globo?

Solitamente lo si sceglie per le palle lunghe che muoiono a vetro e che non ci permettono ad esempio di fare un’uscita alta e veloce dal vetro.
Possiamo anche scegliere di provarlo in risposta ad una battuta lenta e non troppo bassa, soprattutto se i nostri avversari non sono troppo rapidi nel trovare le loro posizioni e noi lo sappiamo fare bene a fondo campo.
Sono utilissimi quando ci troviamo particolarmente scomposti, i nostri avversari ci stanno muovendo nel campo aprendosi gli spazi per il vincente. Un pallonetto che li fa arretrare ci permette di recuperare tempo e calma.



Preziosissimo se noi o il nostro compagno ci siamo trovati in una risposta estrema e molto sbilanciata, possiamo scegliere un globo per poter recuperare la nostra copertura.

In generale, la massima attenzione è imparare a fare globo alti e profondi che spiovono a filo del vetro o nell’angolo del campo, un globo fatto male come abbiamo scritto è deleterio se abbiamo avversari dallo smash facile.

A livello amatoriale, abbiamo la fortuna che se anche non è lunghissimo ma atterra nell’area di transizione, possiamo giocarci facilmente la risposta avversaria.
Ricordate sempre che un pallonetto molto molto alto è l’ottimale perché tende a confondere… anche nel WPT avrete notato che quando i pallonetti sono molto alti chi risponde lascia prima rimbalzare la pallina perché rispondere sul colpo a spiovente è particolarmente difficile. A volte potreste avere anche la sorpresa di veder la pallina uscire dalla gabbia con il solo lob altissimo.. non è la regola ma succede!!

Altra considerazione importante, abbiate sempre occhio di attenzione alle condizioni climatiche, nello specifico al vento.
Quando giocate in situazioni di vento, dovete sempre aver presente da che parte spinge la pallina perché è inevitabile, da un lato le farà andare lunghe a vetro, nell’altro le accorcerà sensibilmente. In quei casi dovete valutare se è bene usare il lob o meno.

Attenzione anche quando il vento non è così percepibile ma c’è. Capita infatti che talvolta dentro la gabbia il gioco è normale ma se facciamo alzare la pallina oltre la struttura, trova aria più forte che cambia il nostro gioco. Mantenete gli occhi aperti sulla vegetazione intorno al campo se l’avete… anche essere ottimi osservatori potrà darvi vantaggi non indifferenti su avversari meno attenti ai dettagli.

Buon padel a tutti

by Roberta Lozza

Fonte. Padel Star

articoli correlati by Mr Padel Paddle:

L’importanza del “Globo” nel Padel

The post Il Globo (pallonetto) quando va usato? first appeared on Mr Padel Paddle.
0

MrPadelPaddle

Il Globo, o all’italiana il pallonetto, è un colpo fondamentale in questo sport e meno semplice di quanto può sembrare a vista. Anche strategicamente parlando, saper realizzare un ottimo globo è di vitale importanza quando entriamo in campo. Ormai gli appuntamenti in tv sono fissi per seguire le partite professionistiche perché si sa, si ruba […]

The post Il Globo (pallonetto) quando va usato? first appeared on Mr Padel Paddle.
0

Generated by Feedzy